Home Autore e Contatti Gallery Diario Naturalistico Articoli Nature
Links


Descrizione

E' il più grande Anfibio Europeo, può arrivare ad una lunghezza di circa 20 centimetri (zampe escluse), ma normalmente la lunghezza dei maschi si attesta sui 10 centimetri e quella delle femmine sui 15. Il ventre è di color essere biancastro mentre il dorso, di colore bruno-giallastro o bruno-rossastro, è completamente ricoperto da verruche che secernono un muco protettivo che protegge la pelle dalla disidratazione, ed una sostanza velenosa, la Bufonina, che lo protegge dall'aggressione di alcuni predatori. La testa è corta e larga, e presenta due grandi ghiandole paratoidi laterali. I grandi occhi sono caratterizzati da pupille orizzontali particolarmente specializzate per la vista notturna, circondate da iride di color rame e arancione. Possiede quattro arti relativamente lunghi dotati di dita, palmate nelle zampe posteriori. I maschi, durante il periodo riproduttivo, sviluppano delle callosità nuziali di colore bruno scuro sulle prime tre dita delle zampe anteriori.

Distribuzione

Specie comune in quasi tutta l'Europa tranne che in Irlanda,, in Asia Centrale sino ai monti Altai e nel Bacino Mediterraneo, eccezion fatta per alcunne delle isole maggiori, come Corsica, Sardegna, Baleari, Malta e Creta.

Habitat

Specie opportunista, frequenta qualsiasi tipo di ambiente, anche se fortemente antropizzato; non è raro trovarla anche in città. Ad eccezione del breve periodo riproduttivo, il rospo comune conduce vita esclusivamente terrestre e si può ritrovare anche a due-quattro km dal più vicino sito di riproduzione. La sottospecie nominale si riproduce più frequentemente in acque lentiche (laghi, pozze, paludi, vasche di cemento).

Distribuzione altitudinale

In Italia è diffuso su un'ampia fascia altitudinale, dal livello del mare sino a quote superiori ai 2000m. Le segnalazioni sono comprese con maggiore frequenza tra i 300 e i 600 m, sia nelle zone a clima temperato sia in quelle di tipo mediterraneo.

Alimentazione

In genere insetti, lombrichi e gasteropodi; talvolta piccoli vertebrati, quali neonati di topo. I girini si cibano di materiale organico animale e vegetale.

Riproduzione

Tipicamente l'attività riproduttiva inizia nella prima metà di marzo, ma in molte stazioni le popolazioni sono attive già a febbraio, in altre non prima di aprile. L'accopiamento è ascellare e tra la formazione della coppia e la deposizione delle uova possono trascorrere diversi giorni, durante i quali il maschio compete con altri maschi che cercano di scalzarlo e di sostituirsi ad esso nell'accoppiamento. Ciascuna ovatura è composta da due cordoni e può contenere da 4000 a 6000 uova. Normalmente le uova schiudono dopo circa due settimane e l'embrione rimane per qualche giorno attaccato al cordone gelatinoso tramite l'organo adesivo. Lo sviluppo larvale dura dai due ai tre mesi. I neo-metamorfosati hanno dimensioni di poco superiori al centimetro. La maturità sessuale nei maschi è raggiunta al terzo o quarto anno d'età, nelle femmine al quarto o al quinto anno. Sebbene in cattività i rospi possano vivere per più di 20 anni, in natura superano raramente i 10 anni d'età.

Status

Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Ordine Anura
Famiglia Bufonidae
Genere Bufo
Specie Bufo bufo